Grecia...Spagna...e poi?

Pubblicato il da Lo spirito e l'anima

La RAI ha installato de megaschermi nelle zone terremotate per non privarli degli euopei di calcio.

In verita la RAI che è indebitata ( il billacio di fine 2011 ha chiuso con un passivo dichiarato di 85 milioni di euro) ha comperato l'esclusiva e vuol fare cassetta.

Non posso pensare che in luoghi disastrati e che ancora oggi NON sanno nulla di come si svilupperà il loro futuro,abbiano come priorità le partite di pallone,perche se cosi fosse,tutta la macchina di solidarietà che si è messa in moto da subito,non avrebbe dovuto nemmeno nascere.

Siamo nella merda più che mai e anche se o media tutti cercando di spostare l'attenzione sul pallone,lo stato spagnola che fino ad ieri pomeriggio lanciava nelle agenzie dichiarazioni autartiche ,verso sera ha chiesto 100 miliadi alla comunita europea.

100 miliardi? ma ci prendono per il culo?

Alla Grecia ne sono stati dati in tre tranche oltre 500 e la Spagna ne chiede solo 100?

C'è qualcosa che non funziona.

Il mondo sportivo spagnolo oggi più che mai e in diverse discipline ha dei campioni pagati attraverso banche spagnole fior di milioni  e oggi sono alla resa e chiedono soldi?

Lunedi le borse ci darannouna risposta in merito e tutto questo non servirà a nulla perche con tutti i salvagenti messi in mare,l'Italia è destinata a fallire ed a tirarsi dietro un danno economico che travolgerà l'intero asset-economico  europeo.

 

 

                                 ©  Eugs Comunication's

 

EUGS-Prima dicitura protezione Foto e testi

Commenta il post