Lo tsunami economico mondiale

Pubblicato il da shitshop

Scendiamo a terra .

L'economia è in crisi :nel 2000 a Davos si ufficializzo la globalizzazione .
Oggi se ne vedono solo i primi effetti e ammenoche non ci sia un inversione di tendenza sarà sempre peggio.
Il consumo si manifesta quando l'economia gira non su beni di servizio ma sulla produttività.
Vivere sul servizio,sugli affitti ,sulla cassa integrazione,sulle pensioni senza che ci sia una produzione reale per dare peso e forma all'exopot e sostenere meglio l'import.
Per rilanciare la produzione bisogna innanzi tutto scenedere a terra,far rientrare i capitali e permettere alle aziende di essere messe in moto senza essere strangolare dalla pressione fiscale.
Per fare tutto questo servono delle persone che escano dalla borsa o serve una riforma della bors a stessa o sernono dei paramentri diversi di crescita che non sia il famigerato PIL.
Per fare tutto questo serve che la politica riprenda il suo ruolo per la quale è stata concepita e rimetta le mutinazionali nel loro posto e meglio ancora che ne limiti i confini.
Fin quando tutto questo non ci sarà,il percorso verso il baratro sarà inarrestabile.
Tanto per essere chiari sia la prima che la seconda guerra mondiale ebbero come propolsore la crisi economica

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post