Ragazze "ana"

Pubblicato il da shitshop

ho notato che sempre più c'è questa linea di pensiero all'interno di questa piattaforma.

Ora parlare da fuori non è semplice e credo che il tutto sia molto riduttivo,anche perche chi soffre di questi disturbi alimentari ,ha un retroterra culturale fatto di misteri e di molte altre situazioni psicosomatiche.
Credo invece che bisognerebbe fare cose,cambiare stile di vita,territorio,far scoprire e riscoprire qualcosa di diverso o qualcosa che si credeva perso.
Il cibo è una necessità ma ancor di più è la sua ricerca,la sua storia le sue origini che dovrebbero essere oggetto di studio fin dalle elementari in un paese come il nostro in maniera particolare.
Conoscere gli effetti non basta è importante sapere le cause e intervenire in maniera indolore .

Commenta il post