Il Petrolio

Pubblicato il da shitshop

Se avete voglia di vedere un film ben fatto e lungimirante ,in relazione a quello che sta succedendo oggi,dovete assolutamente andare a rivederVi  "I TRE GIORNI DEL CONDOR"

Quando MATTEI decise di negoziare il petrolio solo con i paesi del Golfo,quindi senza alcun intervento internazionale,il suo aereo cadde e lui mori.
Allora il petrolio veniva scambiato con l'oro:poi  è stato deciso di pagarlo in dollari:in questa maniera la divisa americana è stata in una condizione vantaggiosa e comunque il lasciapassare doveva essere solo americano.
Quando l'IRAQ ventilo l'idea di negoziarlo in euro,sappiamo che fine ha fatto.
La stessa cosa ha ventilato l'IRAN e subito sono iniziati i controlli a siti nucleari.prese di posizioni internazionali,embargo e via dicendo.
E poi vero che questo presidente iraniano ha dei disturbi di personalità,ma su questo tenore lo sono molti altri pseudo-presidenti spalmati per il mondo.
Quando Gheddaffi inizio a comunicare con l'Italia manifestando il suo interesse ad entrare con capitali in diverse "joint-ventur" oltre a quelle che goà aveva e mettendo a disposizione le risorse naturali del sottosuolo libico senza nessun intermediario e quindi negoziabili in euro,la TUNISIA è scesa in piazza,poi l'EGITTO,lo YEMEN e la LIBIA e per ultimo la SIRIA.
Sicuramente la realtà mediorientale è ancora più difficile nella sua gestione,ma guarda a caso tutto questo è nato dopo le dichiarazioni fatte dal presidente libico nella sua ultima visita in Italia.
Quello che poi è successo ha avuto l'epilogo in questi giorni.
Eppure in Africa ci sono diversi paesi che sono messi peggio molto peggio,ma non mi sembra di aver visto la stessa premura e la stessa intensità come quella del paese libico.
InTUNISIA  e in EGITTO la situazione dopo la cacciata dei due presidenti non solo non si è ancora risolta ma non si sa quanto si risolverà e questo vuol dire che non c'è interesse delle stesse nazioni che l'hanno fagocitate e sostenute come quello che c'è verso la Libia.
In SUDAN,in SOMALIA in ERITREA si sta morendo di fame ;nei primi due sono anni che il paese è in mano a bande di pseudo militari che devastano e ammazzano senza ragione ma essendo due stati senza nessuna risorsa naturale,vengono lasciati completamente soli.
In sintesi puoi essere sicuro di un intervento solo se hai qualcosa che fa gola ai paesi occidentali o a gruppi di potere che possono esercitare pressioni sul loro governo perche diversamente,lo Stato in oggetto non esiste.
Quello che invece non si è ancora capito è che la confusione regna sovrana e NON c'è nessn politico che sappia indossare il vestito per il quale è stato eletto e questo fa solo paura.

Commenta il post