morti ammazzati

Pubblicato il da shitshop

Anche ieri si è consumata una giornata all'insegna del morto ammazzato tra le mura di casa.

Bisogna rifletere perche come scritto questo paese è sull'irlo del baratro e i blogger hanno il dovere morale di scrivere qualcosa per dare informazione,per non essere recalcitranti e sopratutto per non fare come le tre scimmiette.
C'è una pressione all'interno di questa società che lo Stato guarda a bene a farla sgonfiare.
La frustrazione,l'alienazione sempre maggiori,il disagio di una separazione,gli impedimenti famigliari,lavorativi e quindi economici,si traducono spesso in violenza all'interno delle mura domestiche.
Questo mi fa molto male.
Perchè le persone non inidirizzano il loro disagio verso coloro i quali sono i veri responsabili?
Perchè quando c'è una regola che non viene osservata,si stringe i denti e ci si passa sopra invece di manifestare
la scorrettezza?
Perchè nei luoghi pubblici invece di subire in silenzio non si alza la voce esercitando i propri DIRITTI?
Continuo a ripetere che bisogna essere presenti sul territorio non solo con le feste di quartiere che sono una grande cazzata e hanno solo una mira politica,ma anche nel quotidiano.
Se la genete iniziasse e rinchiudersi di meno ed a uscire di più il territorio sarebbe diverso perche gli altri agiscono solo quando sono sicuri che in giro non c'è nessuno.
Avete mai visto graffittare un muro quando c'è della gente intorno?
Bisogna che la gente inizi a concentrare il proprio disagio nella direzione esatta e non sfogarsi in una guerra dei poveri.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

kiro2006 09/27/2011 22:08

Pestiamo i politici....