L'italiano medio

Pubblicato il da Lo spirito e l'anima

Ho la sensazione che l'italiano medio vota il politico solo per interesse,per un tornaconto personale.

Metaforicamente parlando,quallo che succede sul pianerottolo di casa,o fuori dal condominio non è più affar mio.

Ho conosciuto famiglie dove all'interno di casa sembrava di essere in un mausoleo,tutto fermo,tutto statico e nemmeno un granello di polvere,non un qualcosa fuori posto che potesse essere identificato con la cena preparata o con qualcosa di analogo.

Poi fuori dalla porta ,fuori dalla sua porta di casa,tutto poteva esserci che a questa famiglia poco importava.

Quindi se il politico di turno si adopera per fare una legge nella quale io ci possa rientrare e stare bene ,lo voto;non importa se poi lo stesso fa disastri con altri leggi,se cementifica la penisola,se ci porta ad uno stato da terzo mondo nei servizi e di gran lunga superiore nei prelievi fiscali.

L'importante e che l'Italia pedatoria funzioni,che vada bene ;poco importa se il 64% degli inquilini NON riesce più a pagare l'affitto.

L'italia non era cosi: è stata una terra di inventori,di pittori,di artisti di geni che hanno creato,scoperto,fatto felice il mondo.

Basta riprenderci un pò della nostyra storia per capire effettivamente chi eravamo

Oggi la figura dell'italiano esiste solo nelle competizioni sportive:via quella non siamo più nessuno .

Basta andare in giro per il mondo e far sapere che sei italiano per capore cosa ne pensano.

Ora siamo pericolosamente in bilico

                                 ©  Eugs Comunication's

 

EUGS-Prima dicitura protezione Foto e testi

Commenta il post