il senso dello stato

Pubblicato il da Lo spirito e l'anima

  Prima che Garibaldi fece la spedizione dei mille,la parte più ricca dell'Italia era itutto il meridione.

Una volta consegnata la parte conquistata a Vittorio Emanuele ,è iniziato lo sfascio culturale    MERIDIONALI

Quindi dopo che ha derubato ,saccheggiato,fatto una pulizia etnica,non poteva non aspettarsi la reazione

che è si iniziata con il brigantaggio ma sopratutto con l'odio verso lo stato italiano.

Come una faida che prosegue per secoli cosi l'atteggiamento di queste popolazioni è stato sopratutto culturale e se non

potevano combatterlo con le armi hanno deciso di farlo in maniera diversa .

Le varie mafie che si spartiscono e dividono il territorio ne è una conferma anche perchè lo stato li non c'è mai stato.

Sicuramente il punto più alto di tutta questa storia,da Garibaldi in poi è stato l'assassinio di Falcone e Borsellino che

come altri che combattono queste mafie sono e rappresentano un'eccezione.

Un eccezione che conferma la regola.

L'impianto burocratico ,giuridico e militare di questo paese è rappresentato da coloro i quali provengono dal sud

e alora mi faccio delle domande.

Se il bisnonno,il nonno il padre hanno sempre visto lo stato come un'entita da combattere,come fanno poi ad essere i suoi rappresentatnti?

Lo stipendio non basta per giustificare perche alla fine è un  retaggio culturale:nasci e vivi con l'odio verso le istituzioni

da generazioni e poi ne diventi un suo  servitore?

Quando sai che hanno ucciso a tradimento un tuo avo,hanno stuprato tutte le donne di casa,hanno bruciato la casa e sacheggiato i tuoi averi, è difficile dimenticare anche dopo generazioni.

Gli spagnoli sono stati per 200 anni nell'america latina ma se oggi parli con un brasiliano ,ti confermerebbe che i portoghesi sono stati amici mentre gli spagnoli non lo saranno mai.

E parliamo di 200 anni quando questo paese teoricamente è "unito "da 150!!

© Eugs Comunication's

EugsCopyBlog2

 

Commenta il post