Domenica mattina -Agosto 2011

Pubblicato il da shitshop

Mi ero ripromesso di non scrivere nulla fino alla fine di questo mese,ma gli eventi ,dei quali è bene ricordare avevo preventivamente e reiteratamente scritto in diversi post,stanno precipitando.

Anche se si cerca di mantenersi a galla,la pressione sul mondo politico italiano e internazionale non è mai stata cosi forte come ora.
Sembrava un vento che doveva interessare solo il sud del mondo e invece sta investendo anche le parti più occidentaziate,quelle più avvantaggiate economicamente e socialmente.
Incotrovertibilmente la globalizzazione a dieci anni dal suo lancio sta buttando sul mercato e slla società i primi e devastanti segnali di errori di calcolo e di una spietata presunzione politica a vantaggio di interessi delle multinazionali.
In Italia la politica non esiste più e in questi vent'anni si è cercato di rivestirla di nuovo di trovare qualcuno o qualcosa da combattera per i media mentre dietro si facevano affari pi di tuttii generi.
Il debito pubblico non arriva ora:i 2000 miliardi di eruro di debito sono stati macinati da diversi governi,in diverse maniere per anni e anni e nessuno ha fatto o detto per arginareper bloccare.
I giornali si stracciano le vesti ma ne sono complici integralmente.
Ora ipolitici tutti  cercano di spogliarsi di rivestire i panni delle vergini,di mettersi in qualche maniera al riparo dalla tempesta che li investirà e come sappiamo le tempeste non avvisano e sono proporzionali a quanto l'ambiente ha generato e degenerato nei loro confronti.
Devastante sarà un eufemismo.
Se curi solo l'interno della tua casa mentre appena fuori le strade sono una pista di guerra e tu che puoi nulla fai alla fine dovrai renderne conto :il lato democtratico sarà l'ultima cosa che si vedrà

Commenta il post